Scritture contabili: quali sono e la loro funzione - turboNews
Vai al contenuto
Home » Scritture contabili: quali sono e la loro funzione

Scritture contabili: quali sono e la loro funzione

    0

    Art. 2214 l’imprenditore deve tenere il libro giornale e il libro degli inventari. Deve altresì tenere le altre scritture contabili richieste dalla natura e dalle dimensioni dell’impresa. Sono: il libro mastro, il libro cassa e il libro magazzino.

    • Libro giornale​: è un registro cronologico-analitico, in esso devono essere riportate tutte le operazioni giorno per giorno relative all’esercizio dell’impresa.
    • Libro degli inventari​: è invece un registro periodico- sistematico che deve essere redatto all’inizio dell’esercizio dell’impresa e successivamente almeno una volta all’anno. Ha la funzione di fornire il quadro della situazione patrimoniale dell’imprenditore e sci chiude con il bilancio e con il conto dei profitti e delle perdite.
    • Libro mastro: nel quale le singole operazioni sono registrate non cronologicamente ma sistematicamente (tipo per cliente, per tipo di operazione).
    • Libro cassa: contiene le entrate e le uscite in denaro.
    • Libro magazzino: registra le entrate le uscite di merci.
    Leggi:  Definizione di Invenzione

    turboNews

     

    Formalità delle scritture contabili

    • formalità intrinseche:​specificano il principio secondo cui le scritture contabili devono essere tenute secondo norme di contabilità (senza spazi bianchi, senza cancellature, e che siano leggibili).
    • formalità estrinseche​: numerazione, bollatura e vidimazione.

    Inoltre tutte le scritture contabili devono essere tenute secondo norme di una ordinata contabilità. Devono essere conservate per dieci anni e anche su supporti informatici.

     

    Efficacia Probatoria

    Le scritture contabili, siano o meno tenute in modo regolare,  si possono utilizzare sul piano processuale, potendo le stesse essere utilizzate come mezzo di prova sia a favore, sia contro l’imprenditore.
    Più rigorose invece sono le condizioni previste affinché l’imprenditore possa utilizzarle come mezzo processuale di prova a sua vantaggio e contro i terzi. A tal fine è necessario che ricorrano tre condizioni:

    • Si deve trattare di scritture regolarmente tenute.
    • Per garantire la parità di trattamento la controparte deve essere a sua volta imprenditore (obbligato alla tenuta delle scritture contabili).
    Leggi:  Sharing Economy

    l’oggetto del processo deve riguardare rapporti inerenti all’esercizio di impresa.

    Innovation and International Management student and Web Developer.