Home » Pulizia e igiene della cassetta della posta ai tempi del Covid

Pulizia e igiene della cassetta della posta ai tempi del Covid

Come pulire la cassetta in modo ineccepibile.

Ormai è trascorso più di un anno dall’inizio della pandemia e tuttora non possiamo assolutamente sottovalutare il problema che persiste. Per queste motivazioni il Governo ha stabilito di ampliare lo stato di emergenza fino al 31 dicembre di quest’anno. Una disposizione dettata dalla massima prudenza e per tutelare la gente, a causa della variante Delta che sta creando nuovamente condizioni preoccupanti correlate all’aumento dei contagi.

Coronavirus Italia: rallenta il numero dei contagi, ma è ancora emergenza

 

Tutelarsi dal Covid

La campagna dei vaccini continua e, per via dell’obbligatorietà del Green Pass in molti settori, un certo numero di non vaccinati ha deciso di procedere con la vaccinazione. Ma ciò non basta: ognuno di noi deve cercare di proteggere la propria persona e chi ci circonda, continuando a usare i metodi indicati per evitare di contagiarsi. Gli esperti ci invitano perennemente a mostrare un’estrema prudenza anche nella nostra vita quotidiana. La forma preventiva inizia dalle proprie abitazioni e dal nostro ambito lavorativo, seguendo tutte le regole contro il contagio. Un aspetto fondamentale in questo senso è quello di svolgere un’approfondita igiene di tutte le superfici.

Leggi:  Pizza margherita: la ricetta più famosa del mondo

Molte persone, però, sottovalutano l’importanza di effettuare tale procedimento anche per quanto concerne la propria cassetta della posta. Quest’ultima è a contatto con tanti sconosciuti, a partire dal postino fino a giungere ai ragazzi che recapitano i volantini pubblicitari. Ecco perché è essenziale pulirla accuratamente, seguendo i consigli che vi svelerò qui di seguito.

 

Pericolo Covid: come pulire la cassetta postale

La nostra cassetta equivale al nostro biglietto da visita. Pertanto se si presenta in un modo sgradevole e trascurato, certamente questo aspetto si noterà esternamente. È essenziale pulirla con detergenti specifici e con una scrupolosità raddoppiata, per via dei rischi che si corrono attualmente a causa del Covid-19. Il materiale che la costituisce è quasi sempre in alluminio, che risulta essere molto duraturo e resiste all’azione nociva dei fattori atmosferici avversi. Ma ciò non sta a significare che non debba essere pulita. Difatti anche quando in determinate circostanze non si riscontra visibilmente, sulla superficie comunque sono posti molti batteri e germi.

Leggi:  Beirut tre mesi dopo: tra ricostruzione e speranza

I prodotti migliori per effettuare un’ottima e delicata pulizia sono quelli non aggressivi e neutri. Per una cassetta in alluminio si possono mescolare l’alcol denaturato con l’olio d’oliva. Questo fluido si può passare direttamente sulla superficie mediante un panno morbido.  Per la tipologia d’alluminio anodizzato è perfetto anche il Lysoform sciolto nell’acqua tiepida. Però poi dovrete provvedere a risciacquare bene tutta la cassetta.

Un passaggio da non tralasciare assolutamente è quello di spolverarla bene, prima d’iniziare a pulirla. Se non sapete regolarvi sulle tempistiche tra una pulizia e l’altra, considerate che in questo periodo così particolare è consigliabile igienizzare ogni 2 o 3 giorni. In più si suggerisce di adoperare dei guanti monouso durante l’intera procedura, in maniera tale da proteggere adeguatamente le vostre mani.

Leggi:  Zanzare tra fastidio e curiosità

La pulizia della cassetta della posta potrebbe apparire futile, al contrario è un modo aggiuntivo utile per tutelare la propria salute e quella dei propri cari.

Per conoscere altri argomenti interessanti è possibile entrare nel nostro blog e consultare tutte le tematiche riguardanti attualitàcuriosità e anche lo sport.

Articolista di Melascrivi e Blasting News Collaborazione esterna con Editori e Blog.