Il Framework IHIP - turboNews
Vai al contenuto
Home » Il Framework IHIP

Il Framework IHIP

0

Le origini delle caratteristiche IHIP derivano dal pensiero economico riconducibile a Smith. Smith distingueva tra l’output del lavoro produttivo che può essere immagazzinato e successivamente scambiato, mentre il lavoro non produttivo non era considerato essenziale ai fini della ricchezza prodotta. Il benessere nelle sue prime forme viene legato al concetto di proprietà, ad esso è legato un’evoluzione fondamentale nel tema dei beni e dei servizi. Say fu il primo ad utilizzare il termine immaterialità e ad introdurre il concetto di simultaneità nella produzione. Durante il 19°secolo i concetti di materialità e immaterialità erano molto collegati, mentre alla meta del 20°secolo viene enfatizzato molto di più la caratteristica della materialità che spinge verso una società orientata al consumo.

Leggi:  Obbligazioni: titoli di massa

turboNews

Il Framework IHIP fu ampiamente criticato da Lovelock e Gummesson poiché i concetti di beni e servizi erano ancora molto diversi tra di loro.

 

Caratteristiche dell’ IHIP

  1. Intangibilità: Si distingueva tra Intangibilità fisica e Intangibilità mentale, la fisica è collegata con il preacquisto (processo di consegna), mentre la mentale fa ruotare il servizio attraverso il comportamento del consumatore (esperienza).
  2. Eterogeneità: Adesso nel campo dei servizi c’è più standardizzazione che rende meno marcata la diversità dei servizi.
  3. Inseparabilità: in quanto c’è simultaneità della produzione e del consumo (EX istruzione visita medica). C’è un’evoluzione della figura del cliente che in alcuni casi diviene co-producer poiché esso diventa fondamentale nell’erogazione del servizio.
  4. Deperibilità: il servizio supera anche il problema del imagazzinazione poiché attraverso la digitalizzazione è possibile conservare servizi come l’informazione, entarteinement e istruzione attraverso, ad esempio, le registrazioni e addirittura in alcuni casi è possibile trasformare un servizio in un bene esempio musica in CD.
Leggi:  Come guadagnare online nel 2022

Quindi per Lovelock e Gummesson questo framework non è generalizzabile a tutte le tipologie di servizi poiché è possibile che alcuni servizi siano anche tangibili, omogenei, separabili e duraturi. Secondo Gronroos che afferma che un servizio non è un output, ma un processo che consiste in un insieme di attività intangibili che di solito hanno luogo nelle interazioni tra cliente e impresa attraverso risorse fisiche beni e sistemi che sono programmati per risolvere i problemi del cliente. L’obiettivo dell’impresa è quello di offrire proposizioni di valore che rappresentano soluzioni potenziali ai problemi del cliente. Quindi essi propongono l’abbandono del service marketing e si abbandona il concetto di proprietà e ci si basa sul concetto di utilizzo o di utilità. Per quanto riguarda la Nownership si fittano beni quindi diritti temporali ad utilizzare un determinato bene fisico spazi ampi o servizi abituali servizi per acquistare abbonamenti temporali e infine l’accesso al network.

Leggi:  Nascita Principi Contabili Internazionali

Innovation and International Management student and Web Developer.