Il fenomeno della Bioluminescienza - turboNews
Vai al contenuto
Home » Il fenomeno della Bioluminescienza

Il fenomeno della Bioluminescienza

0

La bioluminescenza è la capacità di determinati organismi, marini e non, di emettere una luce visibile all’occhio umano ed è, ancora oggi, una delle curiosità scientifiche più incredibili al mondo. Chi scrive ha avuto la possibilità si restare a bocca aperta davanti a questo fenomeno per ben due volte. La prima su una meravigliosa spiaggia caraibica della Colombia e la seconda in una costa nello stato di Oaxaca, Messico.

Nelle spiagge Italiane purtroppo, come anche in Europa in generale, non è possibile assistere al fenomeno della bioluminescenza in modo così evidente. Ma, tuttavia, in Italia è presente un tipo di organismo in grado di creare la bioluminescenza: i lampiridi, meglio conosciuti come “lucciole”.

 

Bioluminescenza tra storia e curiosità

La bioluminescenza è un fenomeno che si estende ad ogni livello biologico: dagli insetti, ai plancton, agli animali marini e anche alcuni calamari e alcuni vermi. La più alta concentrazione di animali bioluminescenti si trova in mare, ad una profondità superiore ai duecento metri, dove i raggi solari non possono arrivare.

L’inizio del fenomeno della bioluminescenza viene fatto risalire circa a 150 milioni di anni fa. Da questo periodo in poi determinate specie di animali, soprattutto quelle marine, hanno iniziato a produrre una propria luce attraverso una reazione chimica. In generale questo processo può avvenire attraverso l’ossidazione di una particolare proteina (la luciferina) o attraverso degli ioni e degli enzimi controllati dal sistema nervoso degli animali stessi.

Leggi:  Self Publishing: cos'è e come funziona l'autopubblicazione

 

Diversi tipi di bioluminescenza

Basicamente esistono tre particolari tipologie di bioluminescenza:

  • intracellulare
  • extracellulare
  • prodotta da una reazione con i batteri

La bioluminescenza intracellulare è quella che avviene completamente all’interno del corpo degli organismi. Quella extracellulare avviene invece all’esterno dell’animale bioluminescente. La bioluminescenza prodotta dalla reazione chimica con i batteri (detta simbiosi), invece, è quella più particolare e più comune. Gli animali bioluminescenti sono caratterizzati da piccole vesciche all’interno delle quali immagazzinano dei batteri luminescenti che loro stessi attivano o espellono nel momento del bisogno.

 

Ma di preciso, a cosa serve la bioluminescenza?

La sue funzioni all’interno del mondo animale sono varie e tutte quante necessarie per la sopravvivenza e per altre funzioni vitali degli organismi stessi. Nello specifico la luce serve agli animali per:

  • sopravvivere
  • difendersi
  • riprodursi
  • nutrirsi
Leggi:  Imprenditore: chi è e come riconoscerlo

Alcune specie sono in grado di utilizzare la bioluminescenza per trovare il proprio compagno. Le femmine di alcuni organismi, come nel caso delle lucciole, ad esempio, utilizzano la loro bioluminescenza per rispondere al richiamo del maschio. E, più forte è la luce emessa dal maschio, più intensa è la virilità che vuole dimostrare alla femmina.

Anche il sistema di difesa di questi animali è molto funzionale. La luce, infatti, viene utilizzata attraverso dei piccoli flash per spaventare i predatori. In alcuni casi gli organismi riescono addirittura a separarsi dagli arti bioluminescenti per distrarre i predatori e salvarsi dagli attacchi sui propri organi vitali!

Quando invece un animale bioluminescente ha bisogno di nutrirsi, utilizza la luce in modo offensivo, sfruttando la luce come se fosse un esca. Gli animali attratti dalla luce cadono nella trappola e, se abbastanza vicini, vengono mangiati immediatamente.

 

Dove ammirare il fenomeno della bioluminescenza

Sono moltissime le aree oceaniche dove è possibile restare incantati davanti al fenomeno delle bioluminescenza, ma questo effetto è visibile soprattutto nelle lagune d’acqua calda. Soprattutto quando ci sono delle piccole baie che danno sbocco sul mare, dove i plancton si uniscono tutti insieme ed il fenomeno è ancora più evidenziate. Le Maldive e la costa di San Diego sono due dei posti dove poter ammirare la bioluminescenza in tutta la sua magia.

Leggi:  L'esperienza del consumatore è unificata al digitale

Ma, per chi fosse davvero interessato a questo fenomeno, quello che segue è un elenco molto dei posti più comuni dove poter vedere la bioluminescenza.

  • Laguna di Trelawny (Giamaica)
  • Halong Bay (Vietnam)
  • Reethi Beach (Maldive)
  • Padang Bay, Bali (Indonesia)
  • Mission Bay (California)
  • Isole Matsu (Taiwan)
  • Manasquan Beach (New Jersey)

Per conoscere altri argomenti interessanti è possibile entrare nel nostro blog e consultare tutte le tematiche riguardanti attualitàcuriositàsport e tante altre turboNews.

Luna Ercoli è nata a Roma il 28/03/1990 e trasferita all'estero all'età di 18 anni per mettermi alla prova. Ho viaggiato e lavorato in molti paesi come bartender fino a quando ho scoperto il copywriting grazie al quale mi mantengo da due anni.