Home » Elezioni USA: Joe Biden è il nuovo Presidente americano

Elezioni USA: Joe Biden è il nuovo Presidente americano

Le ultime elezioni USA hanno sancito un nuovo Presidente americano, il democratico Joe Biden. Il candidato dem ha infatti avuto la meglio su Donald Trump, il quale è così costretto a lasciare la Casa Bianca, seppur con non poche polemiche. Con la vittoria di Biden è stata proclamata vicepresidente Kamala Harris, prima donna nella storia americana. Nonostante la schiacciante vittoria (con più di 270 voti) il presidente in uscita minaccia battaglie legali annunciando irregolarità, non accettando la sconfitta. A festeggiare gran parte dell’America, con numerosi stati contenti per il cambio di rotta che si avrà con il nuovo Presidente al potere.

 

Joe Biden: chi è il nuovo Presidente

Diventato il 46esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, all’età di 78 anni (tra pochi giorni) è anche il vincitore più anziano. Dopo più di 40 anni trascorsi nella politica, il nuovo Presidente USA può finalmente coronare la sua carriera, salendo alla Casa Bianca. Un grande riconoscimento per i suoi sforzi, personali e professionali.

Nato a Scranton (in Pennsylvania) il 20 Novembre 1942, Biden si trova ad affrontare situazioni complicate. All’età di 30 anni – dopo diverso tempo al Senato – diviene senatore del Delaware, avendo la meglio su J. Caleb Boggs. I festeggiamenti durano poco visto che, nello stesso anno (1972), perde la moglie Neilia e la figlia Amy (di circa 1 anno) a causa di un incidente stradale. Rimangono invece feriti gli altri due figli, Hunter e Beau. Un episodio che segna non soltanto la vita, ma anche la sua carriera.

Leggi:  1 ottobre, giornata mondiale dei vegetariani

Dopo essere entrato in Senato, lascia la sua carica per seguire Barack Obama come vicepresidente, è il 2008. In ben 36 anni di carriera politica riesce a farsi conoscere ed è uno dei volti più famosi quando si parla di democrazia. Continua il suo percorso nella politica americana. Alle presidenziali del 2016 sembra potersi candidare come democratico, ma è costretto ancora una volta a tirarsi indietro per un altro sfortunato evento che colpisce uno dei suoi figli. Nel 2015 Beau infatti è colpito da un tumore al cervello che lo porta alla morte. La sua carriera appare finita, ma è proprio la vittoria di Trump a spingerlo a continuare, dato che non sposa per nulla i suoi ideali.

Elezioni USA

Gli ultimi anni

Joe Biden rimane comunque segnato dagli episodi spiacevoli capitati alla sua famiglia, apprezzato probabilmente anche per questo, per la sua umanità e il suo essere fragile e la sua voglia di lavorare con umiltà. Perciò nel 2020 diventa lui lo sfidante di Donald Trump, con una campagna elettorale moderata ma comunque efficace, tanto da portarlo ad un’incredibile vittoria. L’ufficialità arriverà il 14 Dicembre, mentre il giuramento è previsto il 20 Gennaio 2021.

Leggi:  Gli investitori dubitano del Bitcoin

Si troverà così a condurre l’America in un momento di totale emergenza a causa dell’epidemia globale del Coronavirus, a non mancare anche le altre dinamiche interne da affrontare e gestire al meglio.

 

Elezioni americane: Trump non ci sta

Secondo Donald Trump sembrano esserci delle irregolarità sul conteggio delle votazioni, le quali sia aggirano sui 290 per Biden e 214 per l’uscente. Tante polemiche e molti tweet, ad evidenziare il clima molto teso che si respira in questi ultimi giorni alla Casa Bianca.

Mentre si cerca di capire quale sia la verità, secondo alcune indiscrezioni – quindi per ora nessuna fonte certa – il presidente in uscita non sembra intenzionato ad invitare il suo sfidante e, fino a prova contraria vincitore, Joe Biden alla Casa Bianca, tradizione sempre rispettata, almeno fino ad adesso. Stessa tradizione che fu rispettata nel 2016, quando Obama lasciò il posto proprio a Trump, incontrandolo allo Studio Ovale.

A parlare del mancato invito – che dovrebbe essere rispettato, come da consuetudine – è la Cnn, anche se appunto non si sono avute notizie certe in merito. Continua invece la contestazione per quanto riguarda la campagna elettorale, secondo Trump piena di irregolarità e dunque non valida.

Leggi:  Fairphone 4: smartphone amico dell'ambiente

Fino a quando, dunque, non si avranno smentite sulle elezioni appena concluse, il cognato di Trump – Jared Kusnher – cerca di far realizzare e ammettere la sconfitta, così da poter fare un passo avanti. Ciononostante il presidente uscente non vuole accettare questa situazione e lo ha dimostrato annunciando che dalla settimana prossima inizierà una battaglia legale proprio contro Biden.

Una situazione imprevedibile, con i vari mediatori che cercano di trovare una soluzione temporanea o comunque un compromesso, per cercare di appianare le cose, prima di valutare tutto il resto. A parlare è stata anche Kate Bedingfield, vice responsabile di Joe Biden e Kamala Harris. Nelle sue dichiarazioni, ha infatti detto che, dopo l’annuncio della vittoria in favore del democratico, non ci sia stata nessuna comunicazioni tra i due candidati.

Un chiaro segnale che mette in evidenza il complicato ambiente. Così, mentre si cerca di fare il punto della situazione ed intervenire quanto prima per riuscire a rendere più semplice il rapporto tra i due, si cerca di passare alla fase successiva e, di conseguenza, lavorare sulle accuse del repubblicano e sulla veridicità delle elezioni USA 2020.

 

 

 

Laureato in Scienze Umanistiche con indirizzo in Lettere Moderne, grande appassionato di scrittura, in particolare di poesia.