Home » Domotica e la rivoluzione degli assistenti vocali

Domotica e la rivoluzione degli assistenti vocali

La comodità piace veramente a tutti e probabilmente proprio questo ha portato allo sviluppo della domotica. Non dirmi che non sai di cosa stiamo parlando. Se fino a qualche anno fa parlare con un dispositivo elettronico era praticamente considerato una follia, adesso le cose non stanno più così.

Adesso chiedere a un dispositivo di fare qualcosa per noi utilizzando solo la voce è diventata la realtà dei fatti, la nostra quotidianità. Il numero di persone che si stanno interessando gli assistenti vocali sono in netta crescita ogni anno.

In fondo stiamo parlando di vere e proprie intelligenze artificiali in grado di rendere la vita, per così dire, smart. Mentre si sta comodamente seduti sul divano si può chiedere di mettere un po’ di musica, accendere i riscaldamenti, chiudere le tende e adesso anche fare il caffè. Se non è rivoluzione questa.

assistente vocale

 

Cosa fanno i dispositivi di domotica

Stiamo dunque parlando di assistenti vocali che sono nati con lo scopo di interagire con la voce di chi li utilizza e quindi di eseguire i comandi che di volta in volta gli vengono imposti per rendere la vita molto più semplice. La funzione basilare di tutti i dispositivi di domotica è quella di fornire delle risposte alle domande che l’utilizzatore pone.

Leggi:  Covid blocca il risanamento dei conti europei

Ad esempio un assistente vocale è in grado di dirti che tempo farà, che ore sono e anche dare risposte di cultura generale. In sostanza a questi assistenti vocali si può chiedere qualunque cosa si possa trovare navigando in rete sui diversi browser.

Ovviamente se le loro funzionalità si limitassero a questo non è che sarebbe poi chissà quale grande scoperta. Ecco perché a ciò di volta in volta sono state aggiunte altre funzionalità, con la creazione di prodotti che possono essere collegati al dispositivo di domotica e funzionare con i soli comandi vocali.

 

Quali sono i dispositivi per assistenti vocali?

Ad oggi in commercio sono veramente tanti i dispositivi di questo genere, per indicare quelli più utilizzati e conosciuti possiamo citare:

Leggi:  Chatbot: a cosa servono e come funzionano

Dei veri e propri gioielli che spesso si presentano di piccole dimensioni. Dei semplici speaker la cui funzionalità principale è quella di diffondere la musica all’interno dell’abitazione, possono fare da vivavoce per lo smartphone e infine possono anche essere utilizzati per ascoltare il notiziario.

Ma come visto, il tutto non si esaurisce solo a questo.

 

La domotica

Partendo dagli assistenti vocali si è arrivati a quella che tutti conosciamo come demotica. Una delle grandi aree di sviluppo tecnologico che punta tutto sui dispositivi vocali che siamo sicuri avranno un grande sviluppo nel futuro.

Sono sempre maggiori gli elettrodomestici che ad oggi si possono comandare con questi dispositivi e la tendenza del mercato ci dice che sono destinati ad aumentare. Ovviamente per poter sfruttare le funzionalità della demotica occorre che non solo tutti i dispositivi siano collegati all’assistente vocale, ma siano anche connessi al Wi-Fi dell’abitazione.

Leggi:  Il movimento del Bulldog Francese

Per poter godere di un perfetto funzionamento di tutti i dispositivi è inoltre necessario che la connessione sia buona, a volte si ha bisogno di applicare degli access point nella zona dell’abitazione lontani dal router per ampliarne il segnale. Per questo motivo si raccomanda sempre di chiede a un esperto una consulenza per capire come procedere al meglio.

Costanza Esposito Langella nata il 24 Settembre 1990 e copywriter dal 2019, in passato molti lavori a contatto con il pubblico e molta passione per la scrittura.