Home » Cyber Operator, i primi NFT basati sulla Cybersecurity

Cyber Operator, i primi NFT basati sulla Cybersecurity

2

Cyber Operator è il primo progetto NFT basato sulla Cybersecurity, non ne esistono altri simili o che abbiano un’idea così profonda dietro. Non abbiamo puntato a grafiche emozionanti proprio perché puntiamo di più a valorizzare il progetto e a come premiare chi ci da fiducia. Abbiamo una ricca roadmap e presto anche un whitepaper per gli investitori. Il progetto si struttura su 6 fasi tutte spiegate nella roadmap sul nostro sito.

Il concept su cui si basa Cyber Operator è il parallelismo di hacker/professionista/nerd/attivista a lavoro con il suo portatile con i medesimi nella vita reale. Molto spesso il PC portatile di ogni hacker/informatico descrive già dal suo aspetto l’identità del proprio possessore. Per questo il team ha deciso di personalizzarlo con delle label particolari che identificano una figura/idea realmente esistente nel mondo della cybersecurity.
Seguirà una campagna social su Instagram in cui spiegheremo man mano il significato che c’è dietro ogni Cyber Operator.

Cybersecurity

 

Come sono strutturati gli NFT e quanto valgono?

CI sono 724 NFT (ora qualcuno di meno) realizzati con 4 tratti principali. Tutti NFT unici 1/1 e con gradi di rarità differenti l’uno dall’altro. Il team ha scelto di mantenere gli NFT su rete Polygon per permettere a chiunque di acquistarli senza le fastidiose Gas Fee che scoraggiano molto spesso l’acquirente. Il valore degli NFT è deciso dalla community al momento si attesta su un floor di 0,004 WETH.

Leggi:  La Cina dichiara illegali le transazioni Crypto

 

Obiettivi del progetto?

Cyber Operator ha tra i tanti obiettivi, quello di diffondere la cultura della cybersecurity, per questo abbiamo pensato di realizzare un vero e proprio corso personalizzato sulla cybersecurity che verrà rilasciato online ai possessori dei nostri Cyber Operator. Principalmente lo scopo del corso mira ad assicurare a tutti i possessori la giusta postura di sicurezza nel mondo sia crypto che nft.

Si partirà con delle basi della sicurezza informatica fino ad arrivare a tecniche di hacking, molto dipenderà dal livello dei nostri holders.

Inoltre, l’obiettivo è creare una Banca con 10 ETH con cui fare investimenti in altri progetti. Non mancheranno le charity operations sempre decise dalla community. Infine il team ha intenzione di realizzare un token $CYBOP con cui remunerare tutti gli holders che saranno poi utilizzati per l’acquisto del merchandising.

 

Quali sono i benefits nel possedere un Cyber Operator?

Possedere un Cyber Operator da diritto ad entrare nel “Cyber Operator Club“. Un club esclusivo in cui verranno rilasciate Internet Utilities (VPN, antivirus, antimalware, coupon sconto, etc. ), promozioni con gli NFT Partner come accessi esclusivi nelle whitelist o ai giveaway e molto altro. Inoltre con cadenza periodica a seconda della fase progettuale verrà ridistribuita una percentuale dei guadagni a tutti i possessori. In più il progetto punta a realizzare un token e mira al raggiungimento della fase 6 con la creazione della “Second Edition” nel metaverso.

Leggi:  NFT Estimator – L’app per valutare gli NFT

 

Dove acquistarli?

Gli NFT si trovano su Opensea ma disponibili, con prezzo allo scoperto, solo 10 NFT per volta. Tutti gli altri non sono vendibili fino a quando non verranno coinvolti in contest, giochi o verranno fatte offerte considerevoli.

 

L’importanza della Community per Cyber Operator

Per il progetto Cyber la community è fondamentale per questo ha molto potere decisionale, in tutto l’arco progettuale. Vi invito a leggere la roadmap per capire fin dove il team si spingerà con il vostro supporto. Per i più curiosi il progetto nasconde dei contest/game che verranno rilasciati man mano nel tempo tutti inerenti la sicurezza informatica ma facili da risolvere anche per chi si affaccia per la prima volta in questo mondo. Nessuno verrà lasciato indietro.

Leggi:  NFTCryptoSkull, La collezione dopo la morte

Data che il team punta in un progetto a lungo termine, non crede nel flipping degli nft ma non hanno nulla in contrario. Per ovviare a questo gli sviluppatori hanno pensato di restituire parte delle royalties di rivendita a tutti gli holders. Per cui chi ri-vende un nft, farà guadagnare anche chi ancora lo detiene nel portafogli.

 

Contest\Game del momento?

Per un periodo di tempo limitato il team ha lanciato il primo game tra hacker di “Anonymous” e “Russian Hacker”, le nostre sfide si basano su notizie reali. In questo caso gli eventi degli ultimi tempi hanno fatto si che questi due schiaramenti si dichiarassero guerra.

Il gioco consiste nell’acquistare una o più NFT di uno dei due schieramenti e il gruppo con maggiori nft acquistati vincerà. Il premio sarà un cashback del 20% del totale delle vendite della NFT vincente. In più i vincitori avranno la possibilità di votare e decidere se donare questo guadagno alla guerra in Ucraina o tenerseli per se.

Innovation and International Management student and Web Developer.