Home » Cryptopuppets, Lapo Fatai irrompe nel Metaverso

Cryptopuppets, Lapo Fatai irrompe nel Metaverso

25

Il pianeta della crypto art ha un nuovo abitante. Si tratta di Lapo Fatai, giovane artista e street artist milanese, che recentemente insieme al suo team ha rilasciato la sua prima collezione NFT, entrando a gamba tesa nel mondo della digital-art.

Una collezione di 111 “Puppets” che rappresentano l’alter ego dell’artista, ognuno con una unicità specifica. Il Puppet è un personaggio che si contraddistingue per il sorriso “sfottente” ed “arrogante”.

Lapo Fatai

Con questo progetto ambizioso, il sogno di Lapo è trasferire la propria street-art nel metaverso andando a creare un suo mondo digitale chiamato “Lapoverse”.
In questo mondo ciascun collezionista dei CryptoPuppets potrà comunicare ed esprimere sé stesso attraverso arti visive digitalizzate che, tramite la tecnologia web3, possono essere alla portata di tutti senza più limitazioni.

Leggi:  Arriva la collezione ufficiale NFT di Juan Tardivo

 

Prima la Community

Il team di CryptoPuppets ha deciso di mettere la testa e il cuore in un progetto a lungo termine con una grande visione: dare vita ad un brand riconosciuto con una forte community.
La decentralizzazione è una chiave per mantenere questo rapporto, ed è per questo che il ricavato ottenuto dalla prima collezione sarà interamente dedicato allo sviluppo e il mantenimento del progetto.

 

Chi è Lapo Fatai?

Lapo Fatai (1995) è un artista e street artist italiano che lavora e risiede a Milano. Inizia a occuparsi di graffiti a sedici anni, quando a Palma di Maiorca entra in contatto con una crew di artisti già affermati. Da quel momento il suo stile passa attraverso diverse fasi in cui Fatai sperimenta con colori e forme diverse, rimanendo tuttavia sempre legato all’uso delle bombolette spray, medium principale della graffiti art.

Leggi:  Croke NFT, il viaggio verso la disintossicazione

Ampiamente affermato in Italia, Fatai ha realizzato varie collaborazioni con brand come Heineken, Iqos, Dolly Noire e Mediaset ed è stato ospite di ‘Striscia la notizia’, per cui ha realizzato – di fronte allo studio televisivo del tg satirico – un murales celebrativo della storia del programma. Tra i suoi lavori più recenti c’è la collaborazione con l’Istituto Auxologico di Milano, per cui ha realizzato un grande murales per ricordare il personale medico sanitario impegnato nella lotta al Covid-19.

 

Maggiori informazioni su CryptoPuppets

Website
Instagram
Twitter
Discord
OpenSea

Innovation and International Management student and Web Developer.

Leggi:  Intervista a Juan Tardivo – La sua visione degli NFT