Home » Bambini Scomparsi di Adam Thomson

Bambini Scomparsi di Adam Thomson

Oggi vi presento uno dei thriller che più mi ha colpito da molti anni a questa parte: Bambini Scomparsi di Adam Thomson.
Non fatevi ingannare dal nome anglofono, la nota biografica dell’autore, presente sia nel libro, sia in calce alla sinossi di Amazon, ci svela che in realtà l’autore è metà greco e metà siciliano e ha deciso di anglicizzare in Thomson il cognome ellenico.

turboNews

In realtà io non avevo dubbi sull’italianità di Adam perché il romanzo, ambientato a San Felice Circeo, descrive un’Italia che solo noi italiani conosciamo: dal clientelismo alle ambientazioni e ai panorami mozzafiato del circeo. Dai caratteri della gente, alle prassi dei carabinieri. Dagli accenti dialettali, all’ipocrisia religiosa.

Leggi:  Cosa ho imparato durante il Covid di ero Fa al biVio

Storia e cultura si fondono in una prosa a tratti poetica, mai noiosa e davvero accattivante, ma ancor più stupefacente è la capacità dell’autore di mescolare cronaca vera e finzione. Una trovata geniale.

 

Bambini Scomparsi, ma è tutto vero?

I casi di cronaca ripresi da Adam Thomson sono tanti ma vengono stravolti, portati all’estremo, eppure restano sempre verosimili e reali. Forse la crudeltà umana è talmente grande che anche i crimini più orribili ci sembrano veri.

L’ansia al pensiero che una bambina possa essere rapita mentre si stava godendo una vacanza italiana con i genitori (americani). La rabbia e la disperazione del padre che torna da noi per cercare il vero assassino. La triste rassegnazione della madre. La verità ancora più sconvolgete…

Leggi:  L'esperienza del consumatore è unificata al digitale

Non dico altro perché i gialli vanno assaporati nel loro mistero, ma credetemi, uno dei thriller italiani migliori.

Provare per credere! In esclusiva su amazon: https://amzn.to/2Itne1R

Innovation and International Management student and Web Developer.