L'arte del Presepe ai tempi del Covid - turboNews
Vai al contenuto
Home » L’arte del Presepe ai tempi del Covid

L’arte del Presepe ai tempi del Covid

    0

    L’idea di un presepe in stile Covid, è di Costantino Imparato, tutor creativo di Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli, curata nei minimi particolari, vuole trasmettere un messaggio di speranza più che di paura.

    Presepe ai tempi del Covid

    Tra la magia del Natale e una realtà amara

    Tutti gli oggetti sono realizzati con dei cartoni e con cartapesta. Costantino ha posizionato i tre re magi l’uno lontano dall’altro come se rispettassero il distanziamento sociale con in mano l’autocertificazione per giustificare il loro viaggio verso la grotta.
    Le strade del presepe dell’artista abatese sono deserte, perché il coprifuoco ci costringe a restare in casa, i negozi che ha costruito lungo le strade che conducono alla grotta hanno le porta sbarrate. Il fioraio è un simbolo, ed anche lì c’è il cartello “chiuso”.

    Leggi:  LGBT free zone abolita in Polonia

    “Ho rappresentato le botteghe a porte chiuse per mettere l’accento su due emergenze: quella sanitaria e quella economica.”

    Le botteghe sono infatti chiuse per cessata attività, causa covid, ciò che realmente sta avvenendo in questi tremendi mesi.

    Il mio presepe è solo la triste rappresentazione della realtà e fa riflettere.

    racconta Costantino.

    Un presepe diverso per un Natale diverso. La Madonna attende la nascita del bambino distante da San Giuseppe e protetta simbolicamente da un divisorio di vetro. Nonostante il virus qui c’è ancora vita e grazie alle donne che dimostrano un coraggio infinito si nasce anche nel 2020.

    “Quest’anno però ho voluto trasmettere un messaggio di fiducia con l’augurio di tornare quanto prima alla vita di tutti i giorni.”

    Innovation and International Management student and Web Developer.

    Leggi:  Cashback: tutto quello che c'è da sapere sull'extra aiuto di Natale